I nostri associati

RISO di BARAGGIA

Questa è la storia di un territorio un tempo tra i più poveri d’Italia, che grazie a un lavoro tenace è diventato la Mecca del riso italiano di qualità. Situata nel nord-est del Piemonte, la Baraggia degrada dolcemente dal Monte Rosa verso la pianura di Vercelli. L'acqua pura e impetuosa discende dalle Alpi insieme ai venti che rendono le notti fredde e la temperatura più fresca in estate. E' un territorio di altipiani duri e argillosi, difficilissimi da coltivare, un paesaggio composto da vaste praterie alternate a brughiere. Anticamente la chiamavano la baraggia: parola che indica una brughiera ancor più arida, inadatta anche al pascolo di animali. Qui, un'agricoltura eroica unita all'ingegno degli agricoltori cambiarono i connotati e il destino di un territorio. Solo il riso si poteva coltivare. E così hanno fatto. Il territorio nei secoli venne plasmato per mano dell'uomo, l'acqua venne canalizzata con dighe dalle montagne ai campi, creando argini, canali che si abbeverano ai fiumi Sesia ed Elvo e bagnano il territorio tra Biella e Vercelli. L'acqua fresca di montagna irriga i campi a quadretti dove si specchiano le nuvole e genera un riso alpino, il più nordico tra quelli coltivati, con un chicco duro, piccolo e compatto. A causa del clima rigido, gli agricoltori dovettero ingegnarsi per trovare incroci resistenti, tra cui il famoso Arborio, simbolo del grande risotto italiano. Come nelle Langhe il terreno impervio con basse rese diede vita al re dei Vini, così nella Baraggia dalle acque alpine venne alla luce il miglior riso italiano.   

Il Consorzio

Il Consorzio di Tutela della DOP Riso di Baraggia Biellese e Vercellese è stato riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali il 15 novembre 2007 ed è incaricato di svolgere funzioni di tutela, promozione e valorizzazione.

Questo riconoscimento è un omaggio al legame tra la terra e il lavoro dei suoi abitanti. I consorziati, per lo più aziende a conduzione famigliare, coltivano con metodi tradizionali il riso e puntano sulla loro più grande dote, la terra, uniti dalla condivisione di virtuosi obiettivi: preservare la qualità dell’agricoltura, la vitalità dei territori e contribuire alla sicurezza alimentare.

Sono 28 i comuni tra Biella e Vercelli compresi nella zona di coltivazione, raccolta e trasformazione del Riso di Baraggia DOP. Ogni fase del processo produttivo deve essere controllata per verificare che l’origine e le modalità di produzione siano conformi a quanto stabilito dal disciplinare.

L’impegno del Consorzio nella valorizzazione del Riso di Baraggia DOP si traduce nell’organizzazione di numerose iniziative ed eventi che permettono di diffondere informazioni corrette e creano occasioni per conoscerne le caratteristiche e degustarlo!   

Cenni Storici

La coltivazione del riso in baraggia si ritrova agli inizi del XVI secolo e ha riscontri in atti notarili del 1606 nel Comune di Salussola, che fa parte dei 28 comuni che compongono la zona delimitata dalla DOP.

Per dissodare i duri e argillosi terreni della Baraggia si è adottato il riso, quale pianta pioniera bonificante, ma la capacità di assicurare una produzione poteva avere successo solo se si fossero attuati grossi interventi di bonifica.

Nel 1929 la Baraggia fu ufficialmente inserita nelle 8 aree più depresse d’Italia; il termine “redenzione” pertanto non è fuori luogo se pensiamo al superamento della povertà originaria in conseguenza delle migliorate condizioni di vita: abitazioni con acqua potabile e corrente elettrica, viabilità di collegamento dei centri rurali e delle cascine, sistemazione dei campi in modo da rendere possibile la meccanizzazione nel lavoro della terra. Tutto questo grazie al Consorzio di Bonifica della Baraggia B.se e V.se che negli anni realizzò anche dighe, laghi artificiali e opere di canalizzazione.

Queste sono le origini del progresso di un territorio che dalla povertà ha saputo diventare famoso per la qualità straordinaria del suo riso che sin dai primi anni del secolo scorso fu simbolo di manifestazioni popolari e di carattere sportivo, corse ciclistiche in particolare, che portarono alle visite di Coppi, Bartali e Magni solo per citarne alcuni. 

Caratteristiche di lavorazione

Il Riso di Baraggia è l'unica DOP italiana del riso. Viene prodotto in 28 Comuni delle province di Biella e Vercelli. Si coltiva nelle risaie: campi perfettamente livellati, divisi in vasche molto basse mediante argini di terra alti 30-40 centimetri. È un cereale a ciclo annuale, si semina in primavera e si raccoglie a fine estate. L’essiccazione del prodotto deve essere effettuata con macchinari che non producano odori per non danneggiare la qualità dei grani. Il risone viene poi sottoposto a particolari lavorazioni, scortecciandolo e sbiancandolo.  Seguono le operazioni di calibratura con cui i grani vengono suddivisi per dimensioni. Arborio, Baldo, Balilla, Carnaroli, Gladio, Loto e S. Andrea sono le sette diverse varietà tutelate e garantite dal Consorzio. Il Baraggia è un riso impareggiabile per qualità. Il S. Andrea è una varietà tipica del territorio e prende il nome dalla storica Abbazia di Vercelli, dove è utilizzato per la preparazione del piatto tipico: la Panissa.

Abbinamenti

La vera qualità del riso di Baraggia emerge in cucina. La consistenza del chicco, la tenuta di cottura e la sua naturale capacità di rilasciare amido in fase di mantecatura, lo rendono imbattibile per il risotto.  Il riso di Baraggia ha molteplici impieghi: l’Arborio è ottimo per i risotti, il Baldo è indicato per le cotture al forno, il Balilla per i dolci di riso. La varietà Carnaroli è insuperabile per i risotti, ma anche per le preparazioni più gustose, come verdure ripiene al forno, insalate di riso, torte, frittelle. Il S. Andrea si addice ai risotti cremosi, alle minestre in brodo e agli sformati di riso. E’ anche la scelta migliore per gli arancini, specialità gastronomiche dell’Italia meridionale. La varietà Loto e Gladio, molto consistenti, si prestano bene per i contorni.

I produttori

Produttore

C.na Giardino Bresciano

13040 Rovasenda

Produttore
Via Roma, 55 – 13031 Arborio (VC)
Tel: +39 339 2533038

Produttore e impresa di lavorazione
Via A. Barile, 20 – 13030 Greggio (VC)

Produttore e impresa di lavorazione
Corso Umberto I, 120 – 13031 Arborio (VC)
Telefono 0161 86247  338 5843995
Web: www.invernizzileonardo.it

Produttore
C.na Valletta II n. 15 – 13040 Buronzo (VC)

Produttore
Via Giovanni XXIII n 5 – 13031 Arborio (VC)
Tel: +39 338 1276123

Produttore e impresa di lavorazione/confezionatore
Cascina Mirabella, 9 – Casanova Elvo (VC)
Tel: +39 329 5413380
Web: www.risomirabella.it

Impresa di lavorazione/confezionatore
S.S. Trossi 230, n. 38 – 13040 Buronzo (VC)
Tel: +39 0161 855502
Web: www.riseriamerlano.com

Produttore e impresa di lavorazione
Via Gattinara 13/A – 13040 Rovasenda (VC)
Tel: +39 349 7362304
Web: www.risogoio.com

Produttore
Via Vittorio Veneto, 30 – 13040 Buronzo (VC)

Produttore
Piazza Castello, 8 – 13034 Desana (VC)
Tel: +39 015 99445
Web: www.cooplabaraggia.it[

Produttore
Cascina S.Teresa
Via S. Giacomo 9 – 13862 Brusnengo (BI)

Impresa di lavorazione
Via dell’Artigianato 4 – 13040 Rovasenda (VC)
Tel: +39 0161 856248
Web: www.riseriarovasenda.it

Produttore e impresa di lavorazione
Cascina Marcellengo – 13885 Salussola (BI)

Produttore e impresa di lavorazione
Via Rovasenda 200, Cascina S. Rita
13862 Brusnengo (BI)

Produttore e impresa di lavorazione/confezionatore
Cascina Belvedere
San Giacomo Vercellese (VC)
Tel: +39 338 5343378

Produttore e impresa di lavorazione
Via Tenuta Masina, 11 – 13040 Carisio (VC)
Tel: +39 0161 858003
Web: www.aziendaagricolamusso.it

Produttore
Tenuta Marena – 13030 Casanova Elvo (VC)

Confezionatore
Via Torino, 5/A
28064 – Carpignano Sesia (NO)
Tel: +39 0321 825122
Web: www.riseriaditalia.com

Produttore
Via Gattinara 4 – 13030 Ghislarengo (VC)

Produttore e impresa di lavorazione
Via G. Ferrari 40 – 13030 Ghislarengo (VC)
Tel: +39 338 3743589
Web: www.baroneriso.it

Produttore e impresa di lavorazione/confezionatore
Via Roma, 27 – 13030 Collobiano (VC)
Tel: +39 335 5882969
Web: www.risodinori.it

Produttore e impresa di lavorazione/confezionatore
Via Mazzini 38 – 13885 Salussola (BI)
Tel: +39 0161 939829
Web: www.risoguerrini.it

Produttore
Cascina Ines Bice – 13040 Buronzo (VC)

Produttore
Cascina Gedda
13030 San Giacomo Vercellese (VC)

Produttore e impresa di lavorazione
Cascina Margaria 8 – 13885 Salussola (BI)
Tel: +39 0161 998235
Web: www.risozaccaria.com

Iscriviti alla nostra newsletter!